' I pasticci di Ale Titti : 2015

giovedì 10 dicembre 2015

Panettone cioccolato e arancia





Bello fare lo shopping natalizio, girare per negozi, cercare il regalo più adatto....
Io è da qualche anno che ho cambiato opinione, agli amici e familiari  preferisco regalare qualcosa di mio, fatto con le mie mani, con passione e amore, come a donare una piccola parte di me.

Provateci anche voi, magari anche con qualcosa di più semplice di un panettone, vedrete che grande soddisfazione avrete!

La mia produzione natalizia  è iniziata in questi giorni, facendo oltre ai panettoni classici anche quelli col cioccolato, quest'anno ho voluto sopratutto accontentare mio figlio, che adora i miei panettoni ma non gradisce l'uvetta,


E per farlo più contento, ho abbondato un po di più col cioccolato rendendolo molto ricco, senza badare alle calorie.......si sa che una mamma per i figli farebbe di tutto e di più!!!!!!                               

Potete gestire anche voi le percentuali tra cioccolato e canditi, a seconda del vostro gusto, l'importante è che il peso totale di entrambi sia uguale al peso complessivo riportato in ricetta.


La ricetta è sempre quella del Maestro Rolando Morandin, con la sola variante delle gocce di cioccolato.


domenica 29 novembre 2015

Intreccio di brioche cioccolato e noci





In questo periodo prenatalizio tra un infornata e l'altra di panettoni, una buona brioche non ci sta affatto male.
E'una brioche con un sapore molto intrigante, un connubio tra la dolcezza della brioche, l'amaro del cioccolato fondente e la  croccantezza dei gherigli di noce.
Davvero buona e particolare!

E' a lievitazione mista, ho fatto un poolish di lievito madre e ho messo un pochino di lievito di birra fresco nell'impasto finale.


venerdì 27 novembre 2015

Maccheroni senza uova al sugo di pomodoro e basilico





Eheheh.... strano vedere un piatto di tagliatelle e leggere nel titolo maccheroni..... 

In dialetto marchigiano, le classiche tagliatelle si chiamavano maccheroni...anzi per dirla tutta, nel dialetto stretto della zona a nord delle Marche, si chiamavano i macaron,.. "ogg ho magnat un piatt de macaron sal sug"..... oggi ho mangiato un piatto di maccheroni con il sugo!

Quelle che vi propongo sono delle tagliatelle diverse dal solito, una volta quando non si avevano a disposizione le uova per fare un impasto, utilizzavano solo acqua e farina.
Oggi si fanno con molta meno frequenza, ma sarebbe un peccato perdere questi bei piatti della tradizione contadina marchigiana.

I maccheroni senza uova, è un piatto tipico di Belforte all'Isauro, un paese situato nella valle del Fiume Foglia in provincia di Pesaro Urbino.
La ricetta è di semplice esecuzione, l'impasto si stende con il mattarello, ma per chi non ha dimestichezza, può stenderla con la nonna papera.


lunedì 9 novembre 2015

Mini baguette tuttabiga







Mi è piaciuta talmente tanto la ricetta delle ciabatte tuttabiga che ho pensato di provare a farci anche le baguette... non quelle classiche, ma piccole baguette da utilizzare come panini.

Mi sono ispirata alla ricetta del grande Maestro Piergiorgio Giorilli, facendo però un impasto tutta biga.

Vi sarete accorti ormai che prediligo l'uso dei preimpasti (biga e poolish), mi piace molto il gusto, il profumo e la digeribilità che conferiscono al prodotto finale.



Dose per 10-11 mini baguette

martedì 3 novembre 2015

Tartellette con crema e frutta






La domenica a casa dei miei genitori, si era soliti finire il pranzo con il dessert, che in genere erano le "pastarelle romane" e anche ora nonostante sia cresciutella......si continuano queste belle e sane abitudini, perchè è sempre piacevole terminare il pasto con qualcosa di dolce.

Oggi vi propongo un dessert semplice, ottimo come fine pasto ma anche per una dolce pausa in qualunque momento della giornata, le tartellette di pasta frolla con crema pasticcera aromatizzata al limone e frutta.


lunedì 5 ottobre 2015

Cresc'tajat al ragù di salsiccia e fagioli





Ricetta tipica marchigiana, nello specifico della zona di Pesaro e Urbino, le cresc'tajat (da crescia tagliata), è un piatto povero della tradizione contadina.

Un tempo veniva fatto con la polenta avanzata, farina di frumento e acqua tiepida, stesa con il mattarello formando un disco tondo (crescia) e tagliata a quadrotti irregolari.

Nel tempo la ricetta è stata rivisitata e non si utilizza più la polenta avanzata ma si fa un impasto con farina di mais e farina di grano.

lunedì 28 settembre 2015

Schiacciata con l'uva






In questo periodo di inizio autunno, il frutto che la fa da padrone è l'uva, nelle sue molteplici sfaccettature.
Questa è una ricetta  tipica toscana, diffusa sopratutto a Firenze e a Prato ma anche in altre zone dell'entroterra toscano.

E' la schiacciata con l'uva, anche se tradizionalmente veniva chiamato pan con l'uva, un dolce tipico che si preparava durante il periodo della vendemmia, considerato di origini povere proprio per la semplicità degli ingredienti, pasta del pane, olio di oliva, zucchero e uva nera.

Per quest'ultimo ingrediente la tradizione vuole che si debba usare la canaiola, varietà di uva dai chicchi piccoli e dal carattere molto dolce, che dona alla focaccia una notevole morbidezza, anche se è un vitigno che sta lentamente scomparendo.


N.B. vietato togliere i semini dai chicchi....come da tradizione!

E' di semplice esecuzione ed ha un sapore davvero molto particolare, va gustata rigorosamente fredda per dar modo allo zucchero di fondersi con il fruttosio dell'uva per conferire alla schiacciata  il sapore inconfondibile. 

venerdì 25 settembre 2015

Ciambelle col mosto e semi di anice





Settembre, inizio dell'autunno e tempo di vendemmia... Forse uno dei lavori più belli e divertenti in agricoltura.
Soprattutto nelle medie e piccole aziende dove si fà ancora la raccolta a mano, ci si ritrova in tanti lungo i filari della vigna , dai più piccoli ai più anziani esperti dei lavori del vigneto.

C'è da lavorare sodo, ma tra uno scherzo e una battuta il tempo scorre piacevolmente, 
è sempre una gran festa vendemmiare!

Passando in cantina dove le uve vengono pigiate e torchiate si ha l'occasione per procurarsi un po di mosto e per chi non ha la possibilità di reperirlo può farselo in casa spremendo i chicchi di uva (uva da vino e non da tavola), con un passaverdure.

Nelle Marche in questo periodo usa preparare i "dolcetti della vendemmia" e oltre alle ciambelle col mosto, si preparano anche i filoni di pane arricchiti con i semini di anice, un pane che si può mangiare appena sfornato oppure ottimo tagliato a fette e tostato nel forno.

Oggi vi propongo la ricetta delle ciambelle....... non vi dico che profumo inebriante di mosto e anice,che ho in cucina!!!!!

Nota importante:  il mosto va usato prima che si inneschi il processo di fermentazione.
Per conservare il mosto più a lungo, porzionatelo e mettetelo nel congelatore per evitare l'avvio della fermentazione.

venerdì 11 settembre 2015

Schiaccia Briaca










Tempo fa  la mia amica Monica mi fece assaggiare la Schiaccia Briaca, mi piacque molto e ho voluto provare a farla in casa.

E' un dolce tipico della tradizione pasticciera dell'Isola d'Elba, senza lievito e senza uova, molto profumata e arricchita con la frutta secca.

Una sorta di focaccia dolce povera, che un tempo i marinai si portavano a bordo perchè molto sostanziosa e per la sua lunga conservabilità.
Si presenta con il tipico colore rossastro per l'aggiunta del liquore Alchermes.

La tradizione vuole che si debba impastare con il vino Aleatico dell'Elba, ma io non avendolo a disposizione ho usato il passito.








venerdì 28 agosto 2015

Kringle estone al cacao e noci






La ricetta che vi propongo oggi partecipa al contest "Tutti i Colori di Expo per Uniqua" indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con il Molino Dallagiovanna, con la gamma delle sue farine "UNIQUA".

Il contest verte su un piatto tipico di uno dei paesi partecipanti all'Expo e la mia scelta si è orientata sull'Estonia, un paese situato nel nord europa.

La cucina estone è storicamente piuttosto povera, è infatti una cucina di origine contadina i cui ingredienti più usati sono il pane nero (che accompagna quasi ogni sorta di cibo), il maiale, il pesce, le zuppe di crauti, le patate, le verdure e i prodotti derivati dal latte.

Tra i suoi dolci tipici c'è il Kringle, una brioche molto profumata, usata durante le festività natalizie o per le feste in genere.
Il nome kringle significa chiocciola e si presenta come una sorta di treccia chiusa ad anello.

E' un dolce molto semplice e veloce da fare, con un interno molto goloso e con crosticina  croccante.

E' davvero gustoso e può essere farcito con molteplici varianti, io ho pensato di farlo con una farcitura di burro, zucchero di canna con aggiunta di cacao, rum, una spolverata di cannella e noci spezzettate per dare croccantezza.

Iniziamo!

venerdì 31 luglio 2015

Pizza in teglia












Siamo nel pieno dell'estate e non avrei mai pensato di "faticare" cosi tanto per fare una cosa che amo mangiare.... la mia adorata pizza!

Quest'estate c'è una canicola tale da far desistere qualsiasi motivo per accendere il forno, 
ma ho un bellissimo contest in corso e quindi mi sono fatta coraggio e ho sfornato la mia pizza in teglia!

In genere la faccio con il lievito di birra fresco, ma stavolta (tanto per non farmi mancare nulla) ho voluto sperimentare la pizza con il lievito madre liquido data la grande soddisfazione che mi ha dato con il pane!

Per questa pizza ho usato le farine Rustica e Multiuso del Molino Perteghella, che devo dire sono molto versatili.

venerdì 26 giugno 2015

Pane casareccio con lievito madre liquido




Sezione del pane




Continuando con il mio primo amore...

Eh si, perchè è proprio dal pane e dal lievito madre che è iniziata la mia avventura con i lievitati, anche se ad onor del vero uso spesso anche il lievito di birra che se utilizzato con criterio e con i giusti tempi di maturazione dà delle ottime soddisfazioni.

Ultimamente sono molto attratta anche dal lievito madre liquido e avendo avuto il piacere e l'onore di essere stata invitata ad un contest, ho provato a cimentarmi con il pane usando proprio il lm liquido!

La ricetta prevede un poolish di lml  e di un autolisi, tecnica  che consiste nel miscelare l'acqua e la farina, per conferire all'impasto un maggiore assorbimento di acqua, un minor tempo di impasto e un sapore caratteristico.

In questo caso ho usato le ottime farine Rustica e Multiuso del Molino Perteghella.

mercoledì 17 giugno 2015

Crumble con albicocche e mandorle







Siamo in estate, la stagione preferita dalla stragrande maggioranza delle persone e anche la stagione della frutta, pesche, albicocche, meloni, angurie e ciliegie la fanno da padrone sulle nostre tavole.

Tutti questi frutti sono ricchi di vitamine e sali minerali, specie l'albicocca che grazie al betacarotene favorisce anche la tintarella (cosa non da poco!!!!!).

Approfittando del fatto che ho delle piante di albicocco e dopo averne fatto una bella scorpacciata ho pensato di farci un dolcino, qualcosa da fare in pochissimo tempo ma che fosse anche molto goloso.

E ho pensato al crumble!

Il crumble è un dolce tipico inglese, davvero molto facile e veloce da preparare,
che conquisterà tutti!

mercoledì 6 maggio 2015

Rosette





La mitica rosetta  di Roma o  michetta  come viene chiamata a Milano è un pane cosiddetto "soffiato" perchè ha la caratteristica di essere vuoto all'interno.

E'un pane che io adoro, con il quale sono cresciuta e che ora non abitando più a Roma cerco di riprodurre in casa con risultati non sempre soddisfacenti che mi inducono a provarci di continuo, anche se so in partenza che non riuscirò mai a fare qualcosa che solo la maestria e l'attrezzatura giusta di un laboratorio possono ovviamente fare....ma mai darsi per vinti e tentare sempre!!!!

Stavolta credo che potrei iniziare a ritenermi un filino soddisfatta del risultato che sono riuscita ad ottenere.
Ho fatto una biga (essenziale per conferire aromi e profumi e per la conservabilità del prodotto). 
Il giorno dopo ho fatto l'impasto, l'ho cilindrato, le ho incise con un tagliamela e poi le ho cotte sulla refrattaria con molto vapore.

Eccovi la ricetta per circa 16-18 rosette da 100 g ciascuna.

per la ricetta ho preso spunto dal Maestro Giorilli 

venerdì 24 aprile 2015

Pane casereccio





Dopo le vacanze e le abbuffate di Pasqua si ritorna alla "normalità" e si riprende a impastare!!!
Fare il pane mi dà sempre delle grandi soddisfazioni e dopo 2-3 giorni, vado in crisi di astinenza se non ne impasto almeno un pò.

Questo che vi propongo oggi è un pane fatto con la biga.
La biga è un preimpasto ottenuto miscelando acqua, farina e lievito che viene messo a fermentare e usato alla maturazione.

La biga conferisce all'impasto profumi, aromi, una maggiore digeribilità e conservabilità.

mercoledì 1 aprile 2015

Gnocchi senza patate con crostacei e asparagi selvatici



La primavera comincia a farsi sentire e nelle nostre campagne si iniziano a trovare i primi asparagi selvatici che oltre ad essere davvero buoni, si prestano molto in  cucina in molteplici ricette.

Oggi ho voluto provarli accostandoli con dei crostacei e delle vongole per la preparazione di un primo piatto molto gustoso e veloce, abbinandoli a dei gnocchetti senza patate, altrettanto semplici e rapidi da fare!
Per gli gnocchi ho utilizzato un nuovo tipo di farina  la Uniqua del Mulino Dallagiovanna, ricca di fibre e molto versatile, davvero un  ottima farina!

venerdì 20 marzo 2015

Colomba con glassa al cioccolato

       



....le prime margherite cominciano a far capolino nei giardini, l'inebriante profumo dei fiorellini che si diffonde nell'aria e i meravigliosi colori della natura che si risveglia ci fanno capire che sta arrivando la primavera!

E con essa anche la Pasqua!!!
E quale dolce è il più rappresentativo di questo periodo?...naturalmente la colomba!

Dopo aver provato la colomba del Maestro Rolando Morandin, stavolta mi sono cimentata con la ricetta della colomba a lievitazione naturale del Maestro Iginio Massari.
Per renderla ancora più golosa ho aggiunto la glassa al cioccolato fondente  e le decorazioni con il cioccolato bianco....veramente deliziosa, se vi và provatela e poi giudicherete voi stessi!!!!!!!!

lunedì 16 marzo 2015

Ciambelline con crema e frutti di bosco







Impastando la mia  ricetta per la  ciambella e non volendo realizzare la "solita" forma, tonda o da plum cake, ho pensato di fare dei dolcini monoporzione.
E perchè no.....arricchendole con della buona crema pasticcera e qualche frutto di bosco quà e là!

L'idea mi è venuta acquistando dei stampini a forma di piccole ciambelline davvero accattivanti.... il risultato mi è piaciuto molto cosi come anche alla mia famiglia, quindi ho pensato di proporla anche a voi.
La ricetta è molto semplice e veloce da realizzare.

La dose è per 12 ciambelline

venerdì 6 marzo 2015

Fugassa veneta






.....Un anno di blog......
mamma mia, sembra ieri che mi accingevo in questa nuova ed entusiasmante avventura.....dar vita ad un blog..al mio blog di cucina!!!!

Il motivo che mi ha spinto a farlo è stato il mio grande amore per i lievitati salati e dolci, al piacere di condividerlo con tutti coloro che hanno la mia stessa passione.....

Che emozione è stato cominciare a confezionarlo in tutte le sue sfaccettature, studiare il modo più simpatico per presentarlo...

.....e che dire del mio primo post?....Ansia a mille......pensavo tra me e me....chissà se avrò scritto tutto bene..se piacerà a qualcuno la mia ricetta...ehehheheheheheh per poi realizzare che anche io ormai ero entrata nel tunnel...dell' ansia da blogger!!!!!! :D :D :D

ho avuto però la fortuna di avere delle dritte dalle mie amiche, in primis Adele ed Emanuela che mi hanno dato consigli e suggerimenti preziosi, che ringrazierò sempre!

E un ringraziamento speciale và anche  alle persone che mi seguono...

grazie di cuore!!!!!!

Ed eccomi qui a festeggiare il suo primo anno di vita....
E per fare ciò non potevo non festeggiarlo con un altro lievitato.... e per questa occasione ho scelto un dolce tipico veneto, la fugassa, con la variante dell'aggiunta della crema pasticcera, che le conferisce secondo me una mollica molto soffice e filante.

Ho avuto anche il piacere di veder pubblicata questa ricetta  su Expo worldrecipes

La fugassa veneta è un pane lievitato dolce, considerato anticamente il dolce dei poveri infatti nelle occasione delle feste, aggiungevano all'impasto  del pane  uova burro e zucchero, sempre in quantità molto ridotte e non essendo un lievitato molto "carico" di burro e uova  è considerato ancora oggi un dolce leggero.


venerdì 27 febbraio 2015

Panini allo yogurt e banane




Oggi voglio proporvi dei panini con lo yogurt e con le banane.

Tutto nasce dalla voglia di provare qualcosa di nuovo, ma soprattutto dalle banane che stavano maturando troppo in fretta nel cestino della frutta.... :-) allora ho pensato perchè non provare a farci dei panini diversi dal solito, dei panini molto soffici simili a quelli al latte, che si possono utilizzare sia con farciture dolci che con quelle salate.

Detto fatto!!!! Ho aggiunto anche dello yogurt, in questo caso ho usato quello alla fragola, perchè il connubio tra banana e fragola a me piace molto, ma nulla toglie di usare quello bianco o anche altri gusti.

Per la formatura ci si può sbizzarrire a piacere, la mia idea è stata quella di formare delle mezze lune giusto per divertirsi un pò,
perchè sono del parere che con gli impasti bisogna soprattutto divertirsi!

giovedì 26 febbraio 2015

Biscotti alla vaniglia e al cioccolato





Se siete degli amanti dei biscotti, questa è una ricetta che dovete assolutamente provare! 
Sono dei biscotti da gustare con una buona tazza di tè in compagnia delle amiche, per la merenda dei bambini e perfetti  per ogni momento della giornata.

E' una ricetta semplice e divertente da fare, sono dei biscotti di pasta frolla a diversi gusti...alla vaniglia, al cioccolato e "bicolor" dove potrete coinvolgere anche i vostri bambini nell'inventare le forme più simpatiche.

Si conservano fragranti per diversi giorni chiusi in un contenitore.

Ricetta del Maestro Gianluca Aresu.

Dose per 42 biscotti

venerdì 20 febbraio 2015

Torta allo yogurt ripiena di marmellata



Oggi voglio suggerirvi un'idea per il week end, un dolce gustoso e molto soffice, una torta semplice e veloce da fare, per la quale non abbiamo bisogno della bilancia, ma solo del vasetto dello yogurt che fungerà da dosatore...sto parlando della torta con lo yogurt!!!
Un dolce molto leggero per la presenza dello yogurt e per il fatto che non c'è burro ma solo poco olio e quindi possiamo dire che non fà ingrassare.......(ok l'ho detta grossa....:D).....farcita con 3 gusti diversi di marmellata, ad ogni boccone sentirete un sapore diverso... dopo vi spiego!!!!
Provatela e non ve ne pentirete!!!!

lunedì 9 febbraio 2015

Maritozzi con uvetta



Per noi romani, quando si dice  maritozzo, inevitabilmente il pensiero và al MITICO maritozzo con la panna...con tanta panna.....mi viene l'acquolina solo a pensarci...slurp!!!!!
Stavolta però ho voluto far contento mio marito e ho provato a fare i maritozzi con l'uvetta, che usano fare anche qui nelle Marche.
Un maritozzo glassato... con tanta uvetta, buono, soffice...ottimo per la colazione o gustato nei momenti di pausa della giornata.

La ricetta mi è stata data da una persona che ringrazio molto, ed è una ricetta a lievitazione mista, con una particolarità , una sorta di "lievitino" (lo metto tra virgolette perchè non è un vero lievitino), che io personalmente non avevo mai provato, ora vi spiego tutto!

martedì 3 febbraio 2015

Pane a corona





Ormai lo sanno anche i muri che adoro impastare il pane, in tutte le sue sfaccettature, usando vari tipi di farina e facendo le forme più disparate, fare il pane mi evoca anche dei bellissimi ricordi, che mi portano indietro nel tempo, quando era la nonna a sfornarlo e a prepararmelo per merenda.....

Amo il profumo che si sprigiona in tutta la casa mentre si cuoce, sentire il "crepitio" che fà appena sfornato.....il cronch cronch quando si addenta.....

Stavolta mi sono divertita a fare un pane con una forma particolare, che possiamo anche definire pane della domenica, perchè si presenta molto bene in tavola, il pane a corona!

martedì 27 gennaio 2015

Fiore di brioche alla nutella





Era da tanto tempo che volevo fare una brioche sfiziosa, golosa, una brioche di quelle cioccolatose da leccarsi i baffi!
Ed eccola quà,  fiore di brioche alla nutella....più goduriosa di cosi!!!!!

Una morbida brioche per iniziare bene la giornata, per fare uno spuntino a metà pomeriggio... e perchè no, anche da regalare, data la sua particolare forma davvero bella e d'effetto! 

Oltre ad essere davvero buona è anche molto divertente nel realizzarla, potrebbe sembrare complicata ma vi assicuro che non lo è affatto!

venerdì 23 gennaio 2015

Castagnole morbide di carnevale




Dopo le grandi abbuffate del Natale, eccoci arrivati al periodo più allegro dell'anno, il carnevale.... altra buona scusa  per continuare a rimpinzarci di dolcetti...!!!!!
E' una festa dedicata soprattutto ai bimbi, ma che anche gli adulti non disdegnano.
E come ogni carnevale che si rispetti non si può non mangiare le mitiche castagnole fritte!!!!

E' una ricetta davvero molto facile da fare,
sono cosi allegre e gustose che non gli si può resistere!!!!

domenica 11 gennaio 2015

Cannelloni della nonna




...mi sembra ancora di sentire il profumo dei cannelloni appena sfornati della nonna.....
I cannelloni ripieni di carne sono un tipico primo piatto della domenica o per le feste, un piatto goloso e talmente ricco che quasi si potrebbe considerare piatto unico!
Il ripieno può essere di vario genere,  con ricotta e spinaci o di carne o con qualsiasi altra cosa che la nostra creatività ci ispira, e conditi con un buon ragù di carne e besciamella.
In genere ne faccio sempre in abbondante quantità,  perchè  se non li consumo subito li congelo, ed è molto comodo per quando non si ha tempo di farli.

martedì 6 gennaio 2015

Focaccia della befana



In questa notte lunga e faticosa, dopo la consegna delle calze, ho trovato il tempo di fare anche la focaccia dell'Epifania che tutte le feste porta via!
E' una focaccia dolce originaria del Piemonte, con una particolarità nell'impasto, prima dell'ultima lievitazione, và nascosta una monetina avvolta nell'alluminio o una fava che porterà fortuna a chi la troverà, e considerato che i dentisti costano parecchio...ho pensato di metterci la fava!
E' una focaccia molto semplice, che si può impastare anche a mano.